Cinnamon 5.8 è già stato rilasciato e queste sono le sue novità

Cannella

Cinnamon è un ambiente desktop per sistemi operativi basati su GNU/Linux, inizialmente sviluppato dal progetto Linux Mint come fork di GNOME Shell.

Dopo 7 mesi di sviluppo il lancio di la nuova versione del popolare ambiente desktop "Cannella 5.8", versione in cui sono state apportate numerose modifiche, inclusi miglioramenti del supporto, implementazione di funzionalità, tra le altre cose.

Questa nuova versione di Cinnamon sarà offerta nella prossima versione della distribuzione Linux Mint 21.2, il cui rilascio è previsto per la fine di giugno.

Principali novità di Cinnamon 5.8

In questa nuova versione di Cinnamon 5.8, a molte modifiche e miglioramenti apportati dalla versione precedente e ora sono state integrate nuove configurazioni di cui spiccano ad esempio per cambiare il puntatore del mouse dopo aver completato l'azione Alt+Tab, per modificare il comportamento del pulsante centrale del mouse, che viene utilizzato per impostazione predefinita per incollare dagli appunti, nonché impostazioni scure comuni a tutte le app, che consentono di selezionare tre opzioni: preferisci la luce, preferisci il buio e la modalità seleziona l'app.

Un'altra novità che si distingue da questa nuova versione è quella il lavoro con i temi è stato riorganizzato e la struttura dei temi è stata semplificata. Ad esempio, i colori marrone e sabbia sono stati unificati, il supporto per le strisce colorate nei pittogrammi, dove possono essere coinvolti pittogrammi simbolici, è stato rimosso.

Oltre a ciò, possiamo anche scoprire che aggiunto il concetto di stili che offrono tre modalità di colore per gli elementi dell'interfaccia: misti (menu e controlli scuri con uno sfondo generale della finestra chiaro), scuro e chiaro. Per ogni modalità, puoi scegliere la tua variante di colore. Le opzioni di stile e colore ti consentono di ottenere modelli di interfaccia popolari senza dover selezionare skin separate.

Possiamo anche scoprire che il file manager utilizza nuove icone bicolore e la generazione di miniature multi-thread è abilitata, oltre a ciò che cpossibilità di controllare finestre e desktop virtuali utilizzando i gesti sullo schermo, così come l'uso di gesti per affiancare e controllare la riproduzione di contenuti multimediali. I gesti sono supportati su touch screen e touch panel.

D'altra parte, possiamo trovarlo aggiunta l'implementazione dei portali Freedesktop, che vengono utilizzati per organizzare l'accesso alle risorse dell'ambiente dell'utente anche da applicazioni isolate l'interfaccia del programma per l'installazione delle applicazioni è stata ridisegnata, gli algoritmi per l'ordinamento e il raggruppamento delle applicazioni sono stati migliorati.

Del altre modifiche che risaltano:

  • Interfaccia utente modificata in Pix imager, spostata in gThumb 3.12.2 codebase
  • Invece di una barra degli strumenti e un menu classici, ci sono pulsanti e un menu a discesa nell'intestazione.
  • Aggiunto il supporto per i formati AVIF/HEIF e JXL. Aggiunto il supporto per i profili colore.
  • Aggiunte impostazioni per restituire la dimensione del menu originale e il ridimensionamento in base al fattore di zoom.
  • La schermata di accesso fornisce il supporto per il passaggio tra più layout di tastiera.
  • Navigazione da tastiera migliorata.
  • È stata implementata la possibilità di personalizzare il layout sulla tastiera su schermo.
  • Aggiunta la possibilità di utilizzare il sottosistema Switcheroo VGA per passare da una GPU all'altra su laptop con grafica ibrida.
  • Modificato il layout del tooltip.
  • Imbottitura aumentata tra le applet nel pannello.
  • Le notifiche utilizzano colori e icone simbolici utilizzati per evidenziare gli elementi attivi (accento).
  • Il pacchetto touchegg viene utilizzato per definire i gesti.
  • Aggiunta impostazione per disabilitare l'avviso di batteria scarica sui dispositivi esterni collegati.
  • Effetti di sfondo ridisegnati e inclusi.
  • Aggiunta una voce al menu contestuale visualizzato per le applet per chiamare l'editor di menu.

Infine, se sei interessato a saperne di più, puoi consultare i dettagli nel seguente link

Come installare Cinnamon 5.8 su Linux?

Per coloro che sono interessati a poter installare questa nuova versione dell'ambiente desktop, Puoi farlo per ora scaricando il codice sorgente di questo e compilare dal tuo sistema.

Nel caso di Arch Linux il pacchetto può essere installato digitando il seguente comando:

sudo pacman -S cinnamon-desktop

Nel caso di Ubuntu e derivati, al momento non esiste un repository di terze parti che abbia l'aggiornamento completo solo questo, è quello che ha già iniziato ad introdurre i pacchetti aggiornati ed è questione di poche ore prima che sia disponibile per il download e l'installazione.

Per aggiungere questo repository al sistema, dobbiamo aprire un terminale (puoi usare il tasto di scelta rapida Ctrl + Alt + T) e in esso digiterai il seguente comando:

sudo add-apt-repository ppa:trebelnik-stefina/cinnamon
sudo apt update

Una volta che l'ambiente è disponibile, puoi installarlo digitando:

sudo apt install cinnamon-desktop

Nel caso in cui molto probabilmente la nuova versione raggiunga prima i canali ufficiali, l'ambiente può essere installato semplicemente da terminale digitando i seguenti comandi:

sudo add-apt-repository universe
sudo apt install cinnamon-desktop-environment

Mentre per Fedora, al momento è disponibile solo il pacchetto, allo stesso modo non ci vuole molto per essere disponibile.

Per installare il pacchetto non appena è disponibile, basta digitare:
sudo dnf install cinnamon

Se sei interessato a saperne di più su questa nuova versione, puoi consultare i dettagli nel seguente link


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.