elinks: il miglior browser web per il terminale Linux

In questi ultimi giorni i miei problemi di connettività sono aumentati in modo accelerato, contando attualmente su un collegamento gratuito da parte del Comune, con le limitazioni di velocità e sicurezza che esso comporta. Questa limitazione mi ha costretto a riutilizzare browser Internet per il terminale Linux, infatti, ora faccio le mie ricerche da console e utilizzo elink, che considero il migliore nel suo genere.

Questo di vedermi nell'obbligo di navigare attraverso un terminale, che è un modo pratico per accedere alle informazioni per molti, mi ha ricordato i miei tempi in cui ho imparato a configurare i server senza un'interfaccia grafica e che l'unico modo che dovevamo la ricerca di qualcosa avveniva attraverso questi eccellenti strumenti. browser Internet

Cos'è elinks?

elinks è un avanzato browser web per terminale, open source, scritto da mikulas patocka e basato su testo per sistemi operativi basati su UNIX, con funzioni (HTTP / FTP / ..), nonché supporto per frame e tabelle.

Questo strumento è altamente personalizzabile e le sue funzionalità possono essere estese tramite applicazioni scritte in formato lua, perl, rubino o astuzia. È nato con l'intenzione di migliorare il suo predecessore Link e poco a poco si sono aggiunte funzionalità diverse, tra cui spiccano l'utilizzo di tab per navigare, l'incorporazione di bookmark e la possibilità di download. elinks-features

Caratteristiche di Elinks

  • Supporto per CSS y ECMAScript.
  • Navigazione a schede.
  • Muchos protocolos disponibles (local files, finger, http, https, ftp, smb, ipv4, ipv6).
  • Autenticación (Autenticación HTTP, Autenticación de Proxy).
  • Cookies persistentes.
  • Interfaz  de Menús y cuadros de diálogo bastante amigable.
  • Soporte para scripts (Perl, Lua, Guile).
  • Visualización de Tablas y Marcos.
  • Colores.
  • Descargas en Background.
  • Tradotto in molte lingue.
  • Cronologia, segnalibri, scorciatoie da tastiera, motore di ricerca.
  • Ampiamente personalizzabile.
  • Facile installazione e utilizzo.
  • Tra molte altre caratteristiche.

Come installare elinks?

L'installazione di elinks è semplice ed è presente in quasi tutti i repository delle distribuzioni più diffuse. Puoi accedere alla fonte ufficiale con i seguenti comandi:

# git clone http://elinks.cz/elinks.git # cd elinks

Installa elink su Debian e derivati.

# apt-get install elinks

Installa elink su Red Hat e derivati.

# yum -y install elinks

Installa elink su Arch Linux e derivati

# yaourt -S elinks

Come si usano gli elink?

Puoi iniziare con elink

$ elink

oppure, avvia il browser direttamente sul web che desideri:

$ elinks blog.fromlinux.net

elinks

Per tutte queste caratteristiche, la sua maneggevolezza, i vantaggi di poterli estendere secondo le mie esigenze, il suo alto grado di personalizzazione e la sua facile installazione sono ciò che mi ha fatto considerare elinks"Miglior browser web per terminale Linux«.

Hai già utilizzato questo browser web? Che ne dite di?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

10 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   tenshalite suddetto

    Quello che non ho ancora trovato sia in Debian che in Archlinux è come abilitare la navigazione a schede.

    1.    Luigys toro suddetto

      Come commenta @federico, questi sono i passaggi:

      all'interno di Elinks, premi ESC e vai all'opzione di menu File -> Apri nuova scheda, o premi il tasto t, e ti chiederà automaticamente un nuovo URL

    2.    smint19 suddetto

      Per quelli di noi che si connettono ancora con modem dial up è l'opzione migliore perché con velocità di download inferiori a 10 kb / s ho accesso a tutte le informazioni. Mi dispiace solo che non consenta l'apertura di email perché non ha il supporto javascript ma non ha nulla da invidiare ai browser più pop. Ciò che è brutto o semplice viene sostituito rapidamente e con bassi consumi.

  2.   federico suddetto

    Molto completo e buono questo articolo, Luigys. Per quanto riguarda la domanda posta da @tenshalito, all'interno di Elinks, premi ESC e vai all'opzione di menu File -> Apri nuova scheda, oppure premi il tasto t, e ti chiede automaticamente un nuovo URL. Come Luigys, uso molto Links2 ed Elinks, dietro uno Squid Proxy con autenticazione.

    1.    Luigys toro suddetto

      Grazie mille Federico, proprio questa è la risposta al problema della tenshalite

  3.   ghiaccio suddetto

    in Archlinux è nel repository della comunità. usando pacman, non yaourt. 🙂

  4.   Francisco suddetto

    Funziona in tty?

    1.    Luigys toro suddetto

      si

  5.   Ces912 suddetto

    Ottimo articolo, molto interessante.

  6.   Linux suddetto

    Come abilito gli https non aprono le pagine