Tutto su GParted Live e le novità della versione 1.4.0-6

Tutto su GParted Live e le novità della versione 1.4.0-6

Tutto su GParted Live e le novità della versione 1.4.0-6

Quasi 3 anni fa, non abbiamo affrontato il notizie su “GParted Live”, e poiché hanno appena annunciato la disponibilità del versione attuale 1.4.0-6Bene, ora è il momento giusto per questo.

Sì, sei uno di quelli che non ha mai utilizzato questo strumento, è opportuno anticipare brevemente che non si presenta solo come Distribuzione GNU/Linux in formato ISO da usare live (live), ma è disponibile come a pacchetto autonomo che può essere installato su qualsiasi Sistema operativo basato su GNU/Linux.

GParted

E come di consueto, prima di entrare a fondo nell'argomento di oggi sul Distribuzione GNU / Linux chiamare «GParted dal vivo», lasceremo alcuni link a post correlati precedenti:

GParted
Articolo correlato:
GParted 1.1 è stato rilasciato con alcuni miglioramenti e novità

SystemRescue: nuova versione 8.0 disponibile da marzo 2021
Articolo correlato:
SystemRescue: nuova versione 8.0 disponibile da marzo 2021

GParted Live: disponibile la versione 1.4.0-6

GParted Live: disponibile la versione 1.4.0-6

Cos'è GParted Live?

GParted dal vivo è attualmente un sistema operativo avviabile da usare da a supporto di avvio (CD/DVD/USB) su un computer. In tal modo, essere in grado di eseguire diversi compiti tecnici semplici, essendo il principale, il potere modificare tutte le partizioni dei dischi rigidi rilevati.

Inoltre, GParted è il Partition Editor ufficiale del progetto GNOME, ovvero lo strumento ideale per creare, riorganizzare ed eliminare le partizioni del disco sull'ambiente desktop GNOME e molti altri, grazie alla sua semplicità e compatibilità.

Di conseguenza, con esso, dal vivo o installato, chiunque può partizionare un disco in una o più partizioni o, o cambia la loro organizzazione (dimensione delle partizioni) preservando il contenuto della partizione.

Caratteristiche

Nel dettaglio, possiamo scomporre le caratteristiche generali e le funzionalità di GParted come segue:

  • Crea tabelle delle partizioni: digita MS-DOS o GPT.
  • Prova a salvare i dati dalle partizioni perse.
  • Abilita e disabilita i flag di partizione: sia di avvio che nascosti.
  • Allineare le partizioni ai limiti del cilindro tradizionale o del Mebibyte (MiB).
  • Gestisci le partizioni: genera, sposta, copia, ridimensiona, controlla, etichetta ed elimina.

Inoltre, GParted può funzionare in modo ottimale con i seguenti dispositivi di archiviazione:

  • Dischi rigidi (SATA, IDE e SCSI).
  • Tipo RAID (Hardware, BIOS e software).
  • Tipo di memoria flash (memoria USB, unità SSD e memoria NVMe.
  • Dispositivi di archiviazione con qualsiasi dimensione del settore (512, 1024, 2048, 4096 byte e altro).

Infine, GParted supporta le seguenti azioni sui file system:

GParted supporta le seguenti azioni sui file system

Cosa c'è di nuovo nella versione attuale 1.4.0-6

Questa versione di GParted dal vivo avete pochissime novitàe sono i seguenti:

  1. Il kernel Linux è stato aggiornato alla 6.0.6-2.
  2. Il sistema operativo GNU/Linux sottostante è stato aggiornato. Pertanto, questa versione è ora basata sul repository Debian Sid (a partire dal 2022/03/XNUMX).
  3. In questa versione sono inclusi altri pacchetti, che sono: vim, pv, htop, bmon, nmon, zutils, pigz, xz-utils, zstd, zip, unzip, colordiff, xxd, vbindiff, cifs-utils, smbclient, nmap, xrdp , rdesktop, usbutils, vlan, parallelo.

E 'degno di nota, Gparted come app, funziona ancora per il versione 1.4.0 rilasciato nel data 28/03/2022, e che il suo lancio ha avuto come novità, alcune delle seguenti:

  1. Aggiunto bcache e rilevamento journal esterno JBD EXT3/4.
  2. Aggiunta la possibilità di etichettare i file system btrfs, ext2/3/4 e xfs montati.
  3. Risolto il problema con il rilevamento dei punti di montaggio per i file system crittografati e l'arresto anomalo dello scorrimento rapido nella casella combinata di selezione dell'unità.

a maggiori informazioni su GParted puoi visitare il loro sito web all'indirizzo GitHub, GitLab e SourceForge.

Aggiorna e ottimizza MX-Linux 19.0 e DEBIAN 10.2 dopo l'installazione
Articolo correlato:
Aggiorna e ottimizza MX-Linux 19.0 e DEBIAN 10.2 dopo l'installazione
Miglior software gratuito per distribuzioni GNU / Linux del 2020
Articolo correlato:
I migliori programmi software gratuiti per distribuzioni GNU / Linux del 2020

Riepilogo: Banner post 2021

Riassunto

In breve, entrambi «GParted dal vivo» come App GParted, sono a fantastica soluzione software che ci permette gestire i nostri dischi in modo visivo e amichevole, Quanto al suo partizionamento. Pertanto, insieme ad altri, non può mancare come a applicazione tecnica essenziale in qualsiasi Distribuzione GNU / Linux. Dal momento che, sia all'inizio dell'installazione, sia successivamente quando aggiungiamo un nuovo disco rigido, dovremo sempre gestirlo facilmente. Cioè, per creare, modificare o eliminare partizioni su di esso per vari scopi.

Se ti è piaciuto questo post, assicurati di commentarlo e condividerlo con gli altri. E ricorda, visita il nostro «pagina iniziale» per esplorare altre notizie e unirti al nostro canale ufficiale di Telegram di FromLinux, Ovest gruppo per ulteriori informazioni sull'argomento di oggi.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   roberto diaz suddetto

    Complimenti per il fatto, uno strumento molto più che utile, direi indispensabile. Bisognerebbe sapere se è possibile installarlo in Parrot come in Kali. Sarebbe molto saggio se fosse accompagnato da DISCS poiché facilita la registrazione di altre immagini.

    1.    Post-installazione di Linux suddetto

      Un saluto, Roberto. Grazie per il tuo commento. Per quanto ne so, è disponibile in tutti i repository distro. Prova il prompt dei comandi: sudo apt install gparted .