Come ripristinare una distribuzione basata su Debian / Ubuntu al suo stato originale

Gli utenti che provano molte applicazioni, installano più pacchetti e apportano molte modifiche alle nostre distribuzioni per testarle, migliorarle o solo per divertimento, a volte ci ritroviamo con un sistema operativo con molte cose installate e nel mio caso molte volte con pacchetti che non lo fanno ** ** idea quando o per te installarli. Allo stesso modo, a volte preferiamo tornare allo stato iniziale della nostra distro per ricominciare da capo, per velocizzare questo processo di ripristino è stato creato Resetter, un'ottima applicazione per ripristinare una distribuzione basata su Debian / Ubuntu.

Cos'è il resetter?

È uno strumento open source, sviluppato in python e pyqt che ci consente di ripristinare una distribuzione basata su Debian o Ubuntu al suo stato originale, senza la necessità di utilizzare un'immagine distro o complessi processi di rimozione dei pacchetti e altro ancora.

Per ripristinare la nostra distribuzione, lo strumento utilizza il manifest di aggiornamento di ciascuna distribuzione che lo confronta con l'elenco dei pacchetti attualmente installati, i pacchetti installati che differiscono dal manifest vengono disinstallati e possono essere installati in futuro. ripristinare una distribuzione

Questo strumento afferma che il suo team di sviluppo è compatibile con le seguenti distribuzioni,

  • Linux Menta 18.1 (testato da me)
  • Linux Mint 18
  • Linux Mint 17.3
  • Ubuntu 17.04
  • Ubuntu 16.10
  • Ubuntu 16.04
  • Ubuntu 14.04
  • Sistema operativo elementare 0.4
  • Debian Jessie
  • Linux Deepin 15.4 (pagrubato da me)

Caratteristiche di resetter

  • Strumento open source, con supporto elevato e un livello di stabilità abbastanza elevato.
  • Facile da installare e utilizzare.
  • Ti consente di creare un elenco di applicazioni che desideri installare dopo il ripristino alla versione base della tua distribuzione.
  • Permette la memorizzazione di una copia dello stato della tua attuale distribuzione, con la quale in futuro potrai installare le applicazioni di detta copia.
  • Semplice installazione di PPA dallo strumento.
  • Potente editor PPA, che consente di disattivare, attivare ed eliminare PPAS per qualsiasi utente nel sistema.
  • Diverse opzioni di installazione.
  • Modalità di ripristino manuale e automatico.
  • Possibilità di rimuovere vecchi kernel.
  • Consente di eliminare gli utenti e le loro directory.
  • Molti altri ancora.

Come installare Resetter?

L'installazione di Resetter è abbastanza semplice, basta scaricare il file .deb corrispondente all'ultima versione qui. Quindi installa il pacchetto .deb come al solito, in modo da iniziare a goderti l'applicazione.

Allo stesso modo, si consiglia prima di installare Resetter di scaricare il pacchetto add-apt-key con wget con il seguente comando wget -c http://mirrors.kernel.org/ubuntu/pool/universe/a/add-apt-key/add-apt-key_1.0-0.5_all.deb quindi installalo con gdebi eseguendo il seguente comando  sudo gdebi add-apt-key_1.0-0.5_all.deb

Come ripristinare una distribuzione basata su Debian?

Possiamo ripristinare una distribuzione basata su Debian / Ubuntu con Resetter facilmente e rapidamente, quando eseguiamo l'applicazione identifica immediatamente la nostra distribuzione e le sue caratteristiche, nonché il manifest di aggiornamento. Allo stesso modo, lo strumento ci mostra tre opzioni che ci consentiranno di svolgere alcune attività che dettagliamo di seguito:

  • facile installazione: Ci consente di creare un elenco di applicazioni che verranno installate dopo il ripristino del sistema o per l'installazione futura del pacchetto.
  • ripristino automatico: Fornisce la possibilità di ripristinare automaticamente una distribuzione basata su Debian / Ubuntu, eseguirà un ripristino standard, eliminando anche utenti e directory home oltre a eseguire un backup.
  • ripristino personalizzato: Ci offre un ripristino personalizzato, in cui possiamo scegliere il ppa che vogliamo installare, gli utenti e le directory che vogliamo eliminare, eliminare i vecchi kernel, le applicazioni da eliminare tra le altre.

Una volta scelta una delle opzioni di cui sopra, dobbiamo seguire le semplici istruzioni che lo strumento indica.

Ci auguriamo che con questo strumento si possano ottenere risultati favorevoli, consigliandone l'utilizzo in produzione prima del test in ambienti di sviluppo. È anche consigliabile eseguire il backup delle informazioni con i propri mezzi.

Vale la pena notare che la procedura automatica eseguita da questa applicazione può essere eseguita con semplici comandi, ma questo è un modo molto pratico per farlo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

6 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Kacike Tetto suddetto

    Peccato non sia per Fedora, mi muovo tra Kubuntu e Fedora e molte volte trovo buoni strumenti per Fedora e non per Ubuntu e viceversa

  2.   Giovanni Luca suddetto

    Strumento eccellente, lunga vita a GNU Linux.
    Quindi lo installerò per vedere come

  3.   Edwar dama suddetto

    Informazioni molto incomplete, il metodo di installazione non è un .deb
    Devono essersi presi la briga di leggere la documentazione, prima di postare ...
    Come installare
    Installa tramite file deb trovato qui.

    Il PPA verrà creato questo venerdì o fine settimana.
    È più facile installare qualsiasi file deb tramite gdebi, specialmente su sistemi operativi elementari senza alcun modo grafico di installare un file deb.
    Sul terminale, esegui sudo apt install gdebi.
    - Linux Deepin non è basato su Ubuntu ma su Debian, quindi alcuni moduli non sono disponibili nei loro repository per impostazione predefinita.
    Per utenti Linux Deepin

    Prima di installare Resetter, scarica il pacchetto add-apt-key usando wget -c http://mirrors.kernel.org/ubuntu/pool/universe/a/add-apt-key/add-apt-key_1.0-0.5_all.deb e installalo con sudo gdebi add-apt-key_1.0-0.5_all.deb

    1.    lucertola suddetto

      Spiacenti ma nelle versioni c'è il .deb per installarlo su qualsiasi distribuzione basata su Debian.

  4.   Robert suddetto

    Ho un grosso problema spero che qualcuno possa aiutarmi ... Sto cercando di riparare il SO elementare, spiegherò brevemente cosa è successo, stavo cancellando i PPA che ho installato ma alla fine non ho usato, quindi ho deciso di rimuoverli, ho fatto un errore e ho cancellato altre cose che non avrei dovuto, reinstallato alcuni e Ho riparato da terminale (funzionava comunque normalmente, senza alcun problema), poi ho riavviato il SO ma quando il sistema stava caricando non passava più il logo. Prova dal ripristino del sistema operativo elementare a riparare i pacchetti rotti, e tutto ciò che è stato fatto correttamente, aggiorna le applicazioni, la distro e da terminale in modalità di ripristino sembrava che non ci fossero problemi, al riavvio per entrare normalmente nel sistema, rimane comunque nel logo di Elementare, non avvia l'interfaccia 🙁 Non so cosa posso fare per ripristinare la fabbrica se può essere fatto, o come reinstallare il sistema operativo elementare, ho solo pochi mesi usando linux, forse ho saltato passaggi importanti o no, quindi chiedo aiuto ... Qualcuno ?

  5.   Gonzalo suddetto

    Ciao. Posso usare il resetter su Debian 9? Grazie.